Home I rimedi Apple watch per smettere di russare

Apple watch per smettere di russare

Sono molte le persone che durante il sonno tendono a russare e purtroppo se non si trova la giusta soluzione per risolvere la problematica con il tempo si potrebbero accusare diversi malesseri

  • irritabilità
  • nervosismo
  • sbalzi di umore
  • spossatezza e stanchezza diurna

E allora come fare per smettere di russare?

Sicuramente ci sono tanti modi e metodi per risolvere questo dilemma. Uno tra i tanti disponibili può essere un’app che promette di eludere completamente il problema.

Di cosa si tratta nello specifico e come funziona quest’app?

Per chi dispone di un Apple watch può scaricare direttamente da Apple Store la versione gratuita di Sleep Cycle e installarla sul proprio dispositivo.
Il suo funzionamento è piuttosto semplice e non è per nulla invasivo: in pratica quest’applicazione consente di scoprire se l’utente russa e in caso di esito affermativo offre una funzione per farlo smettere di russare.

In che modo è possibile smettere di russare?

L’app riconosce quando l’utente inizia a russare e di conseguenza gli invia una piccola vibrazione sul polso per farlo smettere. Ovviamente parliamo di una sollecitazione leggera che è equivale quasi ad una dolce gomitata da parte del partner, tutto questo insomma, per indurlo a cambiare posizione.

E’ cosa nota a tutti che per poter smettere di russare basta cambiare posizione e dormire di lato per poter attenuare il tanto fastidioso russamento.
Naturalmente parliamo di roncopatia di lieve entità e non di moderata o severa entità perché in tal caso occorre prendere provvedimenti molto più seri e più invasivi.

Ritornando all’app, Sleep Cycle è caratterizzata da altre molteplici funzionalità: controllo del battito cardiaco, sveglia soft che sveglia l’utente ogni mattina in maniera dolce. Grazie ad una serie di vibrazioni di intensità crescente il corpo tenderà a svegliarsi in maniera quasi naturale.

Tra le altre funzioni ecco che è in grado di registrare i dati del sonno, la qualità nonché la durata e tutte le informazioni ottenute si potranno trovare nella sezione “Salute”.

Come è stato ribadito in precedenza l’app è gratuita, ma per chi volesse integrare altre funzionalità lo può fare sottoscrivendo un piccolo abbonamento.
E’ doveroso sottolineare che il software in questione è disponibile per apple watch, iPhone, e iPad.

Sleep Time, l’app che migliora la qualità del sonno

Sleep Time è un’app gratuita e semplice da utilizzare. La funzionalità è quella di migliorare la qualità del sonno in modo tale da essere ben carichi di energia per affrontare nel migliore dei modi la giornata.

Calcola l’orario in cui sarebbe meglio svegliarsi andando a dormire in un determinato orario, oppure quando andare a letto per potersi poi alzare ad un orario specifico, tutto questo per alzarsi perfettamente riposati e ben tranquilli, senza subire durante la giornata sbalzi di umore o manifestare irritabilità o nervosismo a causa di una mancata qualità del sonno.

Smart Alarm Clock per svegliarsi al momento giusto

C’è un’altra applicazione disponibile solo per iOS che permette di tenere a bada le fasi del sonno. Il suo utilizzo è semplice: basta impostare l’orario per la sveglia mattutina, e una musica per addormentarsi di sera, e voilà, appena messi a letto la musica accompagnerà il sonno e all’ora impostata la sveglia si attiverà.
Facendo in questo modo, la qualità e il rendimento del sonno miglioreranno di gran lunga, e non ci si sentirà più stanchi e né spossati.

Naturalmente questa funzionalità è completamente gratuita, ma per chi volesse integrare altre funzioni, anche in questo caso basta sottoscrivere un piano di abbonamento.

Insomma da come si può facilmente intuire, diversi sono i modi e i metodi per poter ottenere una qualità del sonno decisamente migliore. Scaricando una di queste app si potrà immediatamente trovare beneficio e sentirsi durante la giornata molto più carichi.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.