Home I rimedi Cuscini ortopedici per smettere di russare

Cuscini ortopedici per smettere di russare

Chi russa durante la notte è motivo di insonnia per il partner che condivide lo stesso letto con il russatore. Alla lunga può apportare problemi non di poco conto per la coppia stessa.
Purtroppo è un dato di fatto: chi russa durante la notte, la qualità di vita viene seriamente compromessa perché sono molteplici i malesseri che si manifestano: stanchezza diurna, spossatezza, irritabilità, frequenti sbalzi di umore.

Smettere di russare è possibile?

Sul web si trovano molte informazioni a come smettere di russare ma talvolta non sempre sono efficaci per diversi e ovvi motivi. Forse non tutti ne sono a conoscenza, ma oggi smettere di russare è possibile con il miglior cuscino antirussamento.

E’ uno scherzo? Assolutamente no, e ora ti spiegheremo nel dettaglio come funziona, i benefici che si possono trarre e perché può rappresentare una valida ed efficace soluzione per risolvere finalmente la problematica che affligge moltissime persone, sia uomini che donne.

Cuscino ortopedico antirussamento: come funziona?

Questo cuscino è stato studiato per far si che spalle e testa vengano sollevate in maniera tale da favorire l’inclinazione della testa in avanti, consentendo così un corretto passaggio di aria.
Tutti oramai sappiamo da cosa dipende la roncopatia (russamento). Le vie aeree sono occluse in modo parziale e il risultato che ne consegue è uno scorretto passaggio di aria.

Come scegliere il miglior cuscino antirussamento?

Acquistare un cuscino ortopedico antirussamento può rappresentare una cosa banale, ma possiamo assicurare che non lo è affatto. Molteplici sono le persone che lo hanno provato e molte si sono reputate più che soddisfatte. Basta guardare le recensioni su Amazon (giusto per citare qualche e-commerce di tutto rispetto) per farsi un’idea al riguardo.

Fra i cuscini antirussamento più apprezzati su amazon troviamo:

 

Come scegliere quello che meglio soddisfa le proprie esigenze?

Facciamo un po’ di chiarezza al riguardo, cercando di illustrare nel dettaglio quali sono i fattori da valutare per non sbagliare durante l’acquisto.

1. L’importanza dei materiali

Il primo punto da considerare sono i materiali. Questi devono essere pensati per sostenere il riposo notturno. Per far si che il cuscino sia di buona qualità deve essere composto da materiali sintetici. Infatti quelli di ultima generazione sono tra i più efficaci in quanto, non favoriscono la proliferazione di germi e batteri e dunque, risultano perfettamente igienici e non causano alcun tipo di allergia.

Attenzione anche al materiale per la federa. Essa deve essere realizzata in cotone, ma va bene anche in lino o in seta, l’importante è che viene favorito il sonno, perché tutti sappiamo che l’eccesso di sudorazione non favorisce un buon riposo notturno.

2. Prediligere cuscini sagomati

Un cuscino di qualità deve essere sagomato in maniera tale da garantire un buon supporto di ogni singola zona di cervicale e testa limitando il più possibile le tensioni muscolari di queste punti del corpo.

Insomma lo scopo del cuscino antirussamento è quello di modificare leggermente la posizione mentre si è a letto in maniera tale da favorire correttamente il passaggio di aria nelle vie superiori.

Sul mercato esistono tanti cuscini ortopedici antirussamento, ma alla luce di quanto sopra menzionato non sarà difficile prediligere quello che meglio rispecchia i propri bisogni.

Ci sono altre accortezze da prendere in considerazione per limitare o addirittura eludere completamente la problematica?

  • Mantenere un peso forma ideale
  • Non abusare a tavola di alimenti troppo ricchi o pieni di condimento durante la cena;
  • Prima di andare a dormire verificare che le vie aeree siano completamente libere, un buon spray nasale dunque, potrebbe rappresentare una buona idea
  • Durante il sonno migliorare la postura: è stato comprovato che dormire di lato e non a pancia in su, (giusto per intenderci) può limitare il problema.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.